Il tritarifiuti è ecologico?
  • Post Author:
  • Post Category:Guide

Un tritarifiuti può donare grandi vantaggi all’interno della propria cucina. Tuttavia, nonostante questo strumento venga utilizzato in Italia da diverso tempo, sono molti coloro che si chiedono se questo prodotto sia davvero ecologico.

A questo proposito quindi, è bene chiarire le cose una volta per tutte. In questo articolo informativo si cercherà di rispondere alla domanda: “Il tritarifiuti è ecologico?“.

Ecco una panoramica completa che analizza non solo i pro di strumenti del genere ma anche quelli che possono essere gli eventuali contro.

Tritarifiuti: quali sono i pro di questi dispositivi?

Come prima cosa, è bene partire in quest’analisi analizzando quelli che sono i pro di un tritarifiuti. In questo modo, sarà possibile rendersi conto dei benefici che i dissipatori alimentari possono donare a chi ne fa uso.

Senza ombra di dubbio, chi fa uso di un dissipatore può riuscire ad avere ordine e pulizia nella propria casa. Difatti, gettando i rifiuti alimentari al suo interno, è possibile eliminare l’accumulo di spazzatura nel proprio ambiente domestico. In particolar modo, si potrà dire addio all’accumulo dell’umido, in quanto verrà tutto smaltito correttamente all’interno del proprio lavello. Chiunque può pensare al risparmio in termini di tonnellate di spazzatura che verrebbero graziate dall’inceneritore e smaltite in modo alternativo!

Tuttavia, è sempre bene avere ben in mente cosa poter gettare nel tritarifiuti. Buttare all’interno di questo elettrodomestico prodotti non adeguati può danneggiare il dispositivo e creare diversi problemi. Ecco perché è importante saper bene cosa gettare all’interno di un tritarifiuti.

Ancora, un buon tritarifiuti è capace di lasciare anche un buon odore nella propria cucina. Si potrebbe pensare che il dissipatore eliminando residui alimentari potrebbe trasmettere cattivi odori. La realtà dei fatti è completamente diversa.

I migliori modelli sul mercato riescono ad eliminare completamente gli odori malevoli, donando alla cucina un profumo piacevole.

L’aspetto ecologico dei tritarifiuti

Cosa dire dal punto di vista ecologico? Ebbene, sotto questo aspetto i dissipatori alimentari possono essere considerati una fantastica soluzione. Perché si può affermare ciò con certezza? Bisogna considerare l’esempio della città svedese di Surahammar.

Questa cittadina, implementando i dissipatori nelle proprie abitazioni, è riuscita a smaltire tonnellate di rifiuti in modo ecologico. In questo modo ha contribuito all’eliminazione di rifiuti alimentari in modo totalmente benefico per l’ambiente.

Alcuni esperti stimano che se ci fossero in Italia 22 milioni di famiglie con un tritarifiuti ecologico in casa, allora ci sarebbe un miglioramento nell’ecologia della penisola. Allo stesso tempo, ci potrebbe essere un risparmio nei costi di gestione dei rifiuti ed una diminuzione della CO2 rilasciata dai mezzi di trasporto della nettezza urbana.

In ultima analisi, i vantaggi di un tritarifiuti ecologico sono davvero tanti. Sfruttarli potrebbe essere un beneficio per la propria casa e per l’ambiente naturale.

Quali sono gli svantaggi dei dissipatori alimentari?

A questo punto occorre analizzare quelli che sono gli svantaggi dei tritarifiuti. Difatti, bisogna vedere il cosiddetto “rovescio della medaglia” e vedere le complicazioni che possono nascere con uno strumento del genere.

Come prima cosa, non tutti possono installare un dissipatore. Prima di acquistarlo, bisogna sapere se nel proprio sistema fognario è presente un depuratore funzionante. In alternativa, è severamente proibito dalla legge collegare un tritarifiuti alimentare al proprio lavandino e smaltire i rifiuti.

Inoltre, occorre anche comprendere se le proprie tubature sono adatte per reggere l’impatto dei rifiuti triturati. Ad esempio, negli Stati Uniti d’America, paese che ha “lanciato” per così dire la moda del tritarifiuti, l’impatto sulla rete fognaria è di appena il 4%.

Secondo questa stima, il risultato sarebbe addirittura inferiore a questa percentuale misera in Italia. Questo perché la popolazione sulla penisola è inferiore rispetto alla nazione americana. Tuttavia, in Italia ci sono alcune tubature con numerose curve a gomito che nel corso del tempo hanno accumulato residui di detersivo o simili. Ciò potrebbe ostacolare il tritarifiuti ecologico e creare problemi con l’installazione dell’elettrodomestico.

Sotto questo punto di vista, anche Legambiente si schiera contro il tritarifiuti ecologico, asserendo che le fognature italiane non siano capaci di contenere i rifiuti triturati, come avviene invece negli USA. Ciò potrebbe avere conseguenze catastrofiche visto che i residui organici, seppur triturati potrebbero finire in mare oppure nei laghi ed inquinare l’ambiente.

In conclusione

In ultima analisi, il tritarifiuti è uno strumento ecologico che ha molti pro a proprio favore e pochi contro. Questi ultimi sono dovuti alle strutture fognarie presenti in Italia e non allo strumento vero e proprio.

Chiunque abbia la certezza di poter installare il dissipatore alimentare senza creare problemi alle tubature, allora dovrebbe davvero provare l’azione efficace di tale strumento. In questo modo potrà godere dei fantastici vantaggi del tritarifiuti, dimenticandosi della raccolta dell’umido.